Razzini festeggia Halloween all'ombra del Titano

Assente dalla scena da cinque mesi il pilota di Parma tornerà al volante, in quel di San Marino, con l’intento di celebrare il trentennale della scuderia Collecchio Corse.

Una stagione che era partita con il piede giusto, nonostante gli importanti cambi maturati in avvio, si era poi inceppata al giro di boa di un International Rally Cup che si era rivelato avaro, sulla strade di casa del Taro, nei confronti di Marcello Razzini.

Il pilota di Parma, dopo una lunga assenza dall’abitacolo, ha deciso di tornare ad indossare tuta, casco, scarpe e guanti in occasione della seconda edizione dell’Halloween Ronde.

L’appuntamento con la Repubblica del Titano sarà particolare per il portacolori della scuderia Collecchio Corse, pronto a scendere in campo per dare il via ai festeggiamenti per il trentesimo compleanno della scuderia con base a Felino, qui pronta alla sfida con una nutrita pattuglia.

 

“Sicuramente ci aspettavamo un 2022 con maggiori soddisfazioni” – racconta Razzini – “ma sappiamo benissimo tutti come sono fatte le gare. Quest’anno la ciambella non è uscita con il buco ma ritorneremo, sicuramente, carichi e motivati per il 2023. Dopo esserci fermati con l’IRC non ci siamo presi nessun tipo di impegno ma non potevamo di certo mancare quando il presidente Gianni Assirati ha deciso di iscrivere qui un buon contingente come Collecchio Corse. Quest’anno festeggeremo i trent’anni della nostra scuderia e cercheremo di impegnarci al massimo, nonostante i cinque mesi di stop, per regalarle un risultato degno della sua storia.”

 

Nessuna particolare novità sul fronte sportivo e tecnico con Razzini che ritroverà al proprio fianco il fido Gianmaria Marcomini, a bordo di una Skoda Fabia Rally 2 Evo di MS Munaretto.

 

“Per questo ritorno all’attività non avremo particolari cambiamenti” – sottolinea Razzini – “e non vediamo l’ora di iniziare i festeggiamenti con gli altri equipaggi e con i tanti amici che saranno a San Marino assieme a noi. Ritrovare Gianmaria al mio fianco mi ha dato una carica in più quest’anno e sono certo che anche qui potrà spingermi al meglio. Con MS Munaretto ci siamo trovati molto bene quindi abbiamo deciso di rinnovare loro la nostra fiducia. Siamo pronti.”

 

Si torna a parlare di ronde, avviandosi verso il finale dell’annata, quindi di un format che vedrà la sola prova speciale di “Serravalle” (8,14 km) protagonista dell’intera giornata di Domenica 6 Novembre, in programma con i suoi quattro passaggi per un totale di una trentina di chilometri.

 

“Per questa gara jolly abbiamo saremo in un contesto del tutto nuovo per noi” – conclude Razzini – “perchè non abbiamo mai visto queste strade. Da quanto abbiamo potuto capire, dal video messo a disposizione dall’organizzazione, il percorso sembra essere molto interessante, atipico rispetto a tanti altri eventi che abbiamo disputato. Una prova speciale cittadina, caratterizzata da un tratto molto stretto all’inizio, condito da tantissimi bivi. Poi, proseguendo, la strada diventa più tradizionale, diciamo così. Non facciamo alcun tipo di pronostico ma, stando alle voci di corridoio, dovrebbero esserci parecchi avversari. Cercheremo di dare il massimo.”